LXXXI Festival del Maggio Musicale Fiorentino
Opera

Infinita tenebra di luce

Adriano Guarnieri

«Incedi oltre su me, infinita tenebra di luce»: così scrive Rainer Maria Rilke nella sua raccolta di liriche, ispirate alla notte e al suo angelo e all'amata mai giunta. Questa è l'ispirazione per l'opera composta da Adriano Guarnieri, che vede la sua prima esecuzione assoluta al Teatro Goldoni con la regia di Giancarlo Cauteruccio. La composizione mette in scena quattro volti immaginari, visioni poetiche per raccontare l'interiorità dell'animo umano, che si materializzano e poi scompiono come immagini oniriche. L'opera non segue una trama narrativa, dipanandosi come un flusso musicale di azioni dello spirito attorno al trittico notte-amata-angelo. In questo contesto il canto, ora lineare, ora polifonico, è pregno di μέλος, di accensioni musicali e letterarie continue: la vocalità scorre ininterrotta, senza soluzioni di continuità, in una temporalità non ritmicamente identificabile per delineare il dramma dell'animo umano.

 

Infinita tenebra di luce
Azioni liriche per voci ed ensemble su testo liberamente tratto da Poesie alla Notte di Rainer Maria Rilke
Musica di Adriano Guarnieri
Prima esecuzione assoluta

Nuovo allestimento in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti

Artisti

Direttore
Pietro Borgonovo

Regia
Giancarlo Cauteruccio

ContempoArtEnsemble
Voce recitante
Fulvio Cauteruccio
Date

Dom 3 giugno, ore 16:30
Mar 5 giugno, ore 20:00
Ven 8 giugno, ore 20:00

Prezzi
I Settore € 30
II Settore € 20
Dove

Teatro Goldoni

Via Santa Maria, 15
Firenze

Dettagli e mappa