79° Maggio Musicale Fiorentino
Concerto

Peter Rundel

Fa- la bemolle- fa. Ossia, nella nomenclatura tedesca delle note, F-A-F. Nei tre accordi che aprono la sua Sinfonia n. 3, Johannes Brahms sembra voler rispondere all’amico e violinista József Joachim, inventore del motto “libero ma solo”. “L’Eroica di Brahms”, come la definisce Hans Richter che il 2 dicembre 1883 la dirige per la prima volta al Musikverein di Vienna, si apre infatti con l’acronimo della frase “Frei Aber Froh”, libero ma felice. Curve with Plateaux per violoncello solo di Jonathan Harvey e Notes on Light, concerto per violoncello e orchestra in cinque movimenti creato nel 2006 dalla compositrice Kaija Saariaho ed eseguito ora per la prima volta in Italia, completano il programma di questa serata in cui antico e contemporaneo si uniscono sotto il segno della musica.

Programma

Kaija Saariaho
Notes on Light (2006) per violoncello e orchestra
Prima esecuzione in Italia


Jonathan Harvey
Curve with Plateaux

Johannes Brahms
Sinfonia n. 3 in fa maggiore op. 90

Artisti

Direttore
Peter Rundel

Violoncello
Francesco Dillon
PETER RUNDEL
Nasce nel 1958 a Friedrichshafen, sulla sponda tedesca del lago di Costanza. Studia violino con Igor Ozim e Ramy Shevelov, composizione con Jack Brimberg e direzione d’orchestra con Michael Gielen e Peter Eötvös. Dal 1984 al 1996 suona il violino all’interno dell’Ensemble Modern e nel 1987 sale per la prima volta sul podio. Specializzato nella musica contemporanea, collabora regolarmente con complessi quali Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Radio-Sinfonieorchester di Stoccarda, Wiener Symphoniker, Frankfurter Sinfoniker, Ensemble Recherche. Premiato con il Grand Prix du Disque per la sua registrazione dell’opera completa di Jean Barraqué, dal 1999 è uno dei tre Direttori Principali della Koninklijke Filharmonie van Vlaanderen.

FRANCESCO DILLON
Nasce a Torino nel 1975 e, sotto la guida di Andrea Annoni, studia violoncello al Conservatorio Luigi Cherubinoi di Firenze, perfezionandosi in seguito con Amedeo Baldovino, Mario Brunello, David Geringas, Mstislav Rostropovich, Anner Bijlsma, Miklós Perényi. Tra i fondatori del Quartetto Prometeo e membro dell’ensemble Alter Ego, in qualità di solista suona con complessi come Radio-Symphonieorchester Wien, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra I Pomeriggi Musicali, Orchestra Filarmonica Marchigiana. Incide per etichette discografiche quali Ricordi, Stradivarius, Dynamic, Kairos, Die Schachtel e dal 2010 è Direttore Artistico di [email protected], rassegna fiorentina dedicata all’avanguardia contemporeana.
Date

Mer 11 maggio, ore 20:00

Durata
Prima parte – 36 minuti
Intervallo – 30 minuti
Seconda parte – 40 minuti

Durata complessiva: 1 ora e 46 minuti
Prezzi
Platea 1 € 50
Platea 2 € 40
Platea 3 € 30
Palchi € 20
Galleria € 15
Visibilità limitata € 10
Dove

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Piazzale Vittorio Gui, 1
50144 Firenze

Dettagli e mappa
Ringraziamenti
Si ringrazia per l'ospitalità
di Peter Rundel
The Westin Excelsior