Teatro Goldoni

    • 533c47cfb0cfe_Teatro_Goldoni_01_940x440
    • 533c47cfb8467_Teatro_Goldoni_03_940x440
    • 533c47cfb613c_Teatro_Goldoni_02_940x440
    • 533c47cfba6d2_Teatro_Goldoni_04_940x440

Teatro Goldoni

Nel 1807 l’impresario Luigi Gargani acquista i terreni occupati dal monastero di San Vincenzo d’Annalena con l’intenzione di costruirvi un vero e proprio polo per lo spettacolo: arena estiva, salone per le feste e teatro all’italiana. Questo, costruito su progetto del fiorentino Giuseppe del Rosso, presenta una sala di forma ovoidale con 80 palchi distribuiti su quattro ordini, dominati da un’elegante volta decorata dai ritratti di illustri uomini teatrali tra festoni sorretti da putti. Inaugurato il 7 aprile 1817 alla presenza di Ferdinando III d’Asburgo-Lorena con la commedia Il burbero benefico di Carlo Goldoni e con il balletto La figlia malcustodita di Jean Dauberval, grazie alla vicinanza con Palazzo Pitti diventa presto teatro di corte, nonché sede dell’Accademia dei Ravvivati come testimoniano le tre fiaccole metalliche, simbolo della società, tuttora sulla facciata.

Nel 1825 qui si esibisce per la prima volta la Società Filarmonica Fiorentina, antesignana della Stabile Orchestrale istituita nel 1928 da Vittorio Gui e dalla quale deriveranno il Maggio Musicale Fiorentino e la sua omonima Orchestra. Risale invece al quinto decennio dell’Ottocento il sipario di Luigi Falchinetti raffigurante il corteo di celebri coppie di amanti, come Dante e Beatrice, Paolo e Francesca, Raffaello e la Fornarina, a seguito del carro di Amore trionfante, accompagnato dalla scritta “Dai vinti apprendi il vincitor qual sia”.

In seguito alla partenza della corte lorenese da Firenze, il teatro va incontro a un lungo periodo di alterne fortune: usato persino come ricovero per sfollati, è scelto da Federico Fellini come set per alcune riprese del suo film I Vitelloni.

Dopo un lungo restauro, il 10 marzo 1998 riapre con L’Orfeo di Claudio Monteverdi in uno storico allestimento firmato da Luca Ronconi.


 

Spazio calpestabile del palcoscenico:
m. 16,50 larghezza, m. 14 profondità (da sipario), m. 8.80 boccascena
Capienza platea: 143 posti
Capienza palchi: 178 posti
Area sala: m² 125

SALA VERDE E BUVETTE

La Sala Verde del pianoterra e la Buvette al primo piano offrono una cornice ideale per ricevimenti in un’atmosfera elegante e raffinata.

Dimensioni Sala Verde: m² 44 (m. 8 x m. 5.50)
Capienza: 80 persone per cocktail
Dimensioni Buvette: m² 65 (m. 14.40 x m. 3.70)
Capienza: 100 persone per cocktail